Pilota perde il tettuccio mentre è in volo, poi non vede più nulla: la sua reazione all'atterraggio è imprevedibile

Ad una pilota di aerei si apre il tettuccio durante un addestramento in volo, ma con nervi saldi riesce a riportare a terra il veivolo. Un atterraggio di emergenza che gli ha impedito di vedere per diverse ore. 

Sulla pagina Instagram di "imc_tvv" è stato pubblicato un video di una pilota  che ha dovuto effettuare un'atterraggio di emergenza a causa di un imprevisto al tettuccio dell'aereo. La donna si chiama Marine Melkumjan ed è una musicista con la passione per gli aerei. Alcuni brani pubblicati da dall'artista-pilota hanno titoli che rimandano al suo amore per il volo. La sua infatuazione per il volo ha rischiato di costargli caro durante questa esercitazione nei cieli. Tutto bene quel che finisce bene, anche se ha rischiato gravi danni alla vista.

La pilota e il tettuccio

pilota-donna
L'atterraggio di emergenza della pilota (fonte Instagram)

L'emancipazione delle donne passa anche per il volo. La prima donna a pilotare un aereo fu la parigina Thérèse Peltier nel 1908. Il suo aereo percorse appena 200 metri: una breve tratta a 2,5 metri da terra, ma un grande passo per le donne. Anche la signora Peltier, come la pilota Narine Melkumjan protagonista di questa disavventura, era un'artista. La donna francese di inizio secolo era una famosa scultrice, mentre Narine è una musicista. Entrambe accomunate dalla curiosità di vedere cosa di prova a stare sopra le nuvole.

Ma a Narine Melkumjan questa passione stava per costarle la vista, o ancora peggio la vita. Il suo era un volo di addestramento come tanti altri in una innocua giornata soleggiata. Fino a quando il tettuccio del suo aereo si è aperto all'improvviso costringendola ad un atterraggio di emergenza nella pista più vicina. Il video di questo incidente è stato pubblicato su Instagram e la notizia ha fatto il giro del mondo.

Poteva andare peggio


La pilota di origini olandesi era già stata suoi quotidiani nazionali per la sua  infatuazione per gli aerei. Questa volta però ha rischiato grosso. La donna stava pilotando un Extra 330 LX, un aereo monomotore a due posti che si usa per le esibizioni acrobatiche con la schiuma. Questo mezzo si utilizza infatti per voli acrobatici o semplici, come negli addestramenti, ma nessuno si aspettava che sarebbe saltato il tettuccio da un momento all'altro.

All'atterraggio, la telecamera nell'abitacolo mostra la pilota sbattere gli occhi danneggiati e cercare di attivare la salivazione per la bocca secca. La donna si è assunta tutte le responsabilità per l'accaduto «Questa è stata un'esperienza impegnativa che avrei potuto evitare se avessi controllato meglio il perno di chiusura prima di partire». A causa di questa disattenzione le ci sono volute 28 ore per recuperare la vista.

Lascia un commento