Provano il vero barbecue della Corea: "Appena 18 euro in due per la cena migliore del viaggio: come funziona"

Quando si pensa al barbecue, vengono subito in mente le giornate passate all’aperto in compagnia di parenti e amici, con tanto di grandi mangiate di carni e verdure cotte sulle brace. Ma un’esperienza simile si può provare anche al chiuso: una coppia di italiani ha potuto provare il vero barbecue della Corea e ne è rimasta piacevolmente colpita. E anche il prezzo finale è stato una bellissima sorpresa.

Girare il mondo è bello perché permette di vedere posti nuovi, ma anche di entrare in contatto con culture completamente diversa dalla propria. E questo vale anche per quanto riguarda la cucina. Non tutti i turisti hanno il coraggio di provare i piatti tipici dei posti che vanno a visitare, ma in alcuni casi non se ne può fare a meno. Lo sa bene questa coppia italiana, che trovandosi a Busan ha scelto di provare il vero barbecue della Corea.

Cena a base di carne a Busan

Busan è la seconda città più grande della Corea del Sud. La metropoli, che conta più di tre milioni e mezzo di abitanti, si trova nella costa meridionale del Paese, a circa 320 chilometri di distanza dalla capitale Seul. Parliamo di una città portuale, che si affaccia sul mar del Giappone. Nel suo territorio si trovano i grattacieli più alti della Corea, ma anche il centro commerciale più grande del mondo e tante attrazioni culturali di stampo religioso, militare ed archeologico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luigi Grammauta (@luigigramma)

E tra le vie della città c’è anche il ristorante in cui Luigi Grammauta e la sua ragazza Benedetta hanno deciso di concedersi una cena a base di carne. E qual è il modo migliore per assaporare i sapori tipici di questo locale? Con la carne preparata nello stile del vero barbecue della Corea, che bisogna accompagnare con una serie di verdure e salse. La preparazione della cena è spettacolare e avviene direttamente al tavolo.

Il vero barbecue della Corea: buono e davvero economico

Al centro del tavolo a cui si sono seduti Luigi e Bendetta c’è una griglia: in questo modo il cuoco può preparare la cena di fronte ai clienti. Non appena si accomodano, i due italiani ricevono dai camerieri due grossi grembiuli, in modo da salvaguardare i loro vestiti. Dopo aver ricevuto l’ordine (due diversi tagli di maiale), il cuoco inizia a preparare la cena: appena è pronta la sistema sui piatti della coppia.

Prima di iniziare a mangiare, però, i due italiani ascoltano i consigli dei camerieri su come gustare al meglio il vero barbecue della Corea. I bocconi, infatti, devono essere costuriti seguendo un preciso ordine. Si parte con la patata, su cui si dispone il wasabi, il kimchi e l’alga, prima di appoggiare il pezzo di carne che è stato intinto nelle salse. Così facendo, ogni morso è una vera esplosione di sapore.

italiani-provano-il-vero-barbecue-della-corea

Luigi e Benedetta ammettono di essersi davvero gustati la loro cena. Barbeuce promosso a pieni voti, anche perché il conto finale è spettacolare: circa 18 euro in due! E non è tutto, perché il personale del ristorante, al termine della cena, spruzza sui clienti un prodotto per eliminare l’odore di carne e fumo che può rimanere addosso quando si sta vicino ad un cuoco che prepara qualcosa alla griglia.

Leggi anche: In Corea fare la fila al ristorante è semplicissimo: "Il futuro, quando arriva in Italia?"

Lascia un commento