Aeroporti, queste sedie così scomode non sono messe lì a caso: "Succede anche nelle stazioni"

Viaggiare è bellissimo: scoprire posti nuovi o ritrovare quelli in cui sono stati vissuti bei momenti sono cose fantastiche. Però a volte gli spostamenti non sono il massimo della comodità. Chi ha già avuto modo di sperimentare un viaggio senza la propria auto sa bene che seccatura possono essere i cambi, le attese, i ritardi e così via. E poi durante i momenti morti del viaggio non ci si può nemmeno riposare, perché spesso le sedie in stazioni e aeroporti sono davvero scomode!

Prendere l’aereo è sicuramente il metodo più veloce per percorrere le lunghe distanze. Inoltre, grazie alla presenza di diverse compagnie low cost, spesso il biglietto del volo risulta essere più conveniente rispetto ad altre soluzioni. Però bisogna ricordarsi che è necessario arrivare in aeroporto con un largo anticipo rispetto all’orario di partenza. E a volte queste attese non sono il massimo della comodità.

Le lunghe attese negli aeroporti e il bisogno di riposarsi

Per quanto riguarda i voli nazionali, chi non ha bagagli da caricare sulla stiva e ha già completato la procedura di check in online può permettersi di arrivare in aeroporto anche un’oretta prima della partenza. Deve solo superare i controlli di sicurezza e raggiungere il proprio gate. Per i voli internazionali, invece, sarebbe opportuno arrivare in aeroporto con almeno un paio di ore di anticipo rispetto all’orario di partenza del volo.


Per i voli intercontinentali l’attesa sale addirittura a tre ore. Le persone che salgono sul velivolo sono di più e, nella maggior parte dei casi, tutti devono imbarcare il loro bagaglio, allungando i tempi del check in. In questi casi non bisogna armarsi di pazienza ed aspettare. Per fortuna i moderni aeroporti offrono tante distrazioni per poter passare questo tempo senza annoiarsi, ma quando l’attesa è lunga un po’ di riposo ci vuole!

Sedie poche e scomode anche nelle stazioni: non c’è niente di casuale

Camminando all’interno della struttura aeroportuale sembra quasi impossibile riuscire a trovare un posto in cui sedersi per riposarsi un po’ prima, durante o dopo il viaggio. Le panchine e le sedie sono molto rare e quindi nella maggior parte dei casi sono tutte occupate. Ma i pochi fortunati che riescono a sedersi non è che stiano poi così bene. Di solito in questi posti le sedute sono davvero scomode e si fa fatica a starci per più di cinque minuti.

Ma perché i posti a sedere in aeroporto sono così pochi e perché quelle poche sedie che ci sono sono così scomode? È tutto casuale oppure sono state fatte delle precise scelte in termini di design, rinunciando un po’ alla comodità? Niente di tutto ciò: la risposta è molto più semplice e ce la fornisce direttamente l’avvocato Massimiliano Dona in un video pubblicato sui suoi canali social. Non c’è niente di casuale, anzi.

il-vero-motivo-per-cui-le-sedie-in-aeroporti-e-stazioni-sono-poche-e-scomode
Il vero motivo per cui le sedie in aeroporti e stazioni sono poche e scomode. Fonte: Instagram

Le sedie sono poche e scomode perché così la gente non ci si può sdraiare. Ma soprattutto la gente che non riesce a stare seduta viene in qualche modo costretta a girare per l’aeroporto e, di conseguenza, visitare tutti i negozi che vi sono all’interno. Un discorso del genere si può fare anche per le grandi stazioni dei treni, dove ormai le panchine sono un miraggio e praticamente si possono trovare solo negli spazi tra un binario e l’altro.

Leggi anche: Perde la casa e comincia a vivere in aeroporto, la reazione del personale è da brividi: "Ecco cosa hanno fatto"

Lascia un commento