New York, gli errori da non fare nella Grande Mela: "Quando conviene mangiare al ristorante"

Quando si va a New York bisogna stare attenti a non fare questi errori. Ecco alcuni consigli utili sui taxi, sul cambiare gli euro in dollari e i posti dove andare a mangiare fuori.

Un'influencer italiana che vive a New York ha spiegato su Instagram alcuni utili consigli per sopravvivere nella Grande Mela. Il video è intitolato "Gli errori più comuni che fate a New York - Parte 2" e riassume in tre regole gli errori più comuni da evitare e fatti dai turisti italiani che arrivano a negli USA per la prima volta.

Il primo errore da non fare negli USA

consigli-new-york-1
Errori da evitare a New York (fonte Instagram)

Nel primo capitolo i consigli erano sul presentarsi nelle grandi attrazioni della città (musei, monumenti, etc...) a metà giornata per evitare le file; mentre per chi parla poco inglese il consiglio è di ordinare dallo smartphone cibi e bevande per poi ritirare quanto ordinato al negozio; infine il terzo errore da evitare è quello ordinare una bottiglia di acqua naturale a 10 dollari quando conviene chiedere l'acqua "tap" del rubinetto. Gli altri tre consigli da conoscere assolutamente prima di andare a New York riguardano il cibo, i taxi e come cambiare gli euro in dollari.

Il primo consiglio utile è quello di evitare i tassisti con il cartello Uber fuori dall'aereoporto. Se si ha bisogno di un passaggio in hotel è sempre meglio prenotare una vettura con autista direttamente dall'app Uber per evitare di spendere troppi soldi a fine corsa. Un'altra soluzione economica sono i classici taxi gialli di Manhattan, oppure, come scrivono alcuni follower i taxi verdi di Brooklin o gli autisti Lyft, l'azienda concorrente di Uber.

Gli altri errori fa non fare a New York


La ragazza dispensa i suoi consigli mentre cammina per le strade della città, con bandiere americane sullo sfondo e il traffico tipico di una metropoli. Il secondo consiglio riguarda il cibo e vuole sfatare la leggenda dei pasti troppo costosi nella Grande Mela. Esistono infatti locali che vendono le slice pizza (fette triangolari) che costano solo un dollaro, e per chi vuole pranzare fuori senza spendere troppo ci si può in uno dei tanti ristoranti che propongono il lunch special a 26 dollari, che è l'equivalente di un menù fisso in Italia, anche se più costoso. Un consiglio da non sottovalutare, tenendo conto che tra i commenti sotto il video c'è chi racconta di aver speso addirittura 37 dollari per due hot dog in uno street food della città.

Terzo e ultimo consiglio: arrivare negli Stati Uniti con già i dollari in tasca che si possono chiedere in banca prima della partenza o prelevare i dollari direttamente negli ATM della città. In ogni caso, mai cambiare i soldi a Times Square o in aeroporto.

LEGGI ANCHE: Ibiza, mostrano lo scontrino della giornata al mare: "Lido magnifico ma prezzi alle stelle"

Lascia un commento