Italiano si fa un tatuaggio magico in Thailandia: "Fa meno male della macchinetta, quanto costa"

Un influencer italiano è stato in Thailandia a farsi fare un tatuaggio da un monaco. Questo tipo di tattoo prevede un rito religioso e delle regole da seguire. Ecco come funziona.

Se volete andare a rilassarvi in Thailandia e tornare con un ricordo indelebile dovete assolutamente prendere appuntamento da un monaco per farvi tatuare uno dei loro disegni sacri. Si tratta di un'esperienza incredibile e poco dolorosa, meno dei tatuaggi con la macchina. A dirlo è un influencer italiano che si è recato in un tempio per farsi disegnare sui polpacci un immagine tradizionale. Questo è il riassunto della sua avventura.

Tatuaggio in Thailandia

tatuaggio-tailandese
Fare un tatuaggio in Thailandia (fonte Instagram)

Tanti saluti al povero Francuccio, il tatuatore di quartiere. In Thailandia i tatuaggi sono una cosa seria, come mostra un influencer italiano in un suo video Instagram in cui si è fatto tatuare da un monaco in persona.  «L'esperienza è stata una figata» afferma il ragazzo. Arrivato al monastero ha scelto uno dei disegni portafortuna tradizionali di questa parte nel sud dell'Asia. «Ogni disegno ha uno scopo e un beneficio ben preciso a seconda di quello che si desidera: ricchezza, fama, salute etc...».

Qui entra in gioco la prima regola: questo tipo di disegni spirituali si possono tatuare solo dall'anca in su. Spiega l'influencer «Avevo un amico che si è tatuato il disegno delle 5 linee sul piede, ma ha sbagliato. Prima di tutto è una mancanza di rispetto nei confronti della tradizione thailandese; secondo, se quel tatuaggio è stato fatto per avere protezione e si trova sotto dall'anca in giù, ormai il disegno non ha più alcun effetto». Ma ci sono delle eccezioni e l'influencer trova un accordo con il monaco per due tatuaggi magico sui polpacci.

Il rito del tattoo thai

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Carfora (@lucafreetravel)

Il rito iniziale prima del tatuaggio dura pochi minuti: si lascia un'offerta al monaco, poi si prega e si inizia. Questi tattoo vengono chiamati Thai e si basano sull'intingere e impregnare la punta di una cannuccia di legno per poi picchiettare il disegno con una mano che tiene la bacchetta mentre con l'altra si tiene l'estremità a contatto con la pelle del tatuato. Dice l'influencer «A parer mio fa meno male di quello con la macchinetta».

Per fare entrambi i tatuaggi sui polpacci il monaco ci ha impiegato circa 2 ore dopo le quali segue un'altra breve cerimonia. Qualcuno si starà chiedendo quanto costa e dove si fanno: da quello che spiega l'influencer il suo tatuaggio è stato fatto a Chiang Mai e non c'è un prezzo fisso, ma bisogna lasciare una semplice offerta al monaco.

LEGGI ANCHE: Mangia al ristorante stellato in Giappone e rivela il prezzo: "In Italia ce lo sogniamo"

Lascia un commento