Napoletano assaggia la burrata in Canada: "Vi dico la verità: che sapore ha"

Carmine Vitulano, un napoletano che vive in Canada, ha assaggiato la burrata in un ristorante italiano: la sua reazione è chiara.

Gli italiani che vivono all'estero sono molto nostalgici nei confronti della cucina nostrana. E come dargli torto. La cucina italiana è una tra le più gustose in tutto il mondo e vivere lontani dalle prelibatezze della nostra tradizione può essere molto difficile. Ma, proprio perché la cucina italiana è molto popolare, non è difficile imbattersi in ristoranti italiani all'estero. Questi locali a volte sono gestiti da italiani e altre no.

Carmine Vitulano, un italiano di origini napoletane che vive in Canada da diversi anni dove lavora come agente immobiliare, ha recentemente condiviso sui suoi canali social un filmato in cui assaggia la burrata, un piatto tipicamente campano, in un ristorante di Toronto. Pizza, mozzarella, ragù, genovese. I piatti a cui devono rinunciare i napoletani che vivono all'estero sono tanti e la burrata è uno di questi. Questo formaggio di latte vaccina a pasta filata è tipico della Campania, così come della Puglia. E, in Canada, che sapore avrà?

Burrata in Canada: l'esperienza del napoletano

Carmine trova una taverna italiana a Toronto in cui decide di consumare la cena. Si accomoda al tavolo e inizia a sfogliare il menù. Quindi, fa la sua ordinazione: caprese e pappardelle ai funghi. "Dall'aspetto sembra abbastanza appetitosa", afferma Carmine quando i camerieri gli consegnano la caprese. Il napoletano, quindi, passa all'assaggio del latticino. Quando la taglia, si lascia andare a un'esclamazione soddisfatta. Il sapore, però, non è all'altezza delle aspettative. "La burrata è mangiabile, ne ho mangiate di migliori qui in Canada", rivela Carmine.

Napoletano assaggia la burrata in Canada: "Vi dico la verità: che sapore ha"
Carmine taglia la burrata della trattoria italiana in Canada

Quindi, arriva il turno del primo piatto. Le pappardelle stupiscono l'italiano per la loro grandezza. Ci sono anche le noci. Anche in questo caso, il piatto non soddisfa completamente Carmine. "Manca quella cremina che si ha grazie ai funghi porcini, peccato perché c'era quasi", spiega. Infine, l'italiano assaggia anche le linguine al pomodoro con salsa al pistacchio. Questo piatto soddisfa a pieno Carmine. L'italiano non mostra lo scontrino del pranzo ma dal menù possiamo sapere il prezzo delle singole pietanze. La caprese costa 16 dollari canadesi (circa 10 euro), le pappardelle ai funghi 22 dollari canadesi (circa 15 euro) e le linguine al pistacchio 20 dollari canadesi (circa 14 euro). Prezzi decisamente buoni, considerando che il costo della vita è mediamente più alto in Canada. A questo, però, vanno aggiunti anche il servizio, le tasse, la mancia e le bevande. Un pasto senza infamia e senza lode. Mangiabile ma nulla a che vedere con la cucina italiana cucinata in Italia dagli italiani.

LEGGI ANCHE: Napoli, ordina un pranzo di pesce nel borgo a picco sul mare poi mostra lo scontrino: "Ecco quanto costa"

Lascia un commento