Lazio, borgo sospeso tra cielo e terra lascia senza fiato: un vero salto nel passato

Oltre al patrimonio culturale che tutto il mondo ci invidia ed alla bellezza della sua natura, l’Italia nasconde tante altre gemme preziose. Ad esempio, il borgo sospeso tra cielo e terra che si trova nel Lazio è un vero e proprio gioiello che, visitandolo, permette di fare un salto indietro nel tempo.

Nella maggior parte dei casi i turisti che visitano l’Italia scelgono di girare tra le nostre bellissime città d’arte. Hanno così tanto da offrire che non basterebbe una villeggiatura di un mese per poter dire di conoscere tutte le loro ricchezze. Ma oltre alle località più rinomate c’è tutto un universo che meriterebbe di essere scoperto. È il mondo dei borghi: il Bel Paese ne è pieno e a volte basterebbero delle piccole deviazioni dagli itinerari classici per poterli ammirare.

Il magnifico borgo nel Lazio che ha dato i natali a Nino Manfredi

I ragazzi di giroviaggiando.mondo tramite il loro profilo Instagram documentano con video e foto i loro viaggi. Spesso si recano all’estero, ma non disdegnano i giri in Italia per andare a visitare dei luoghi che, pur non essendo particolarmente celebri, meritano un’adeguata visibilità. Tra le località che la coppia ha visitato c’è anche Castro dei Volsci, borgo che si trova nel basso Lazio, in provincia di Frosinone.

Il comune conta circa 4.400 abitanti: tra i suoi cittadini più illustri figura il grandissimo Nino Manfredi, che proprio qui è nato e ha trascorso l’infanzia, prima che la famiglia si trasferisse nella Capitale. La bellezza di questo luogo è nota da tempo: già negli anni ‘70 il Ministero della Pubblica Istruzione lo aveva inserito tra le zone di notevole interesse pubblico per lo splendore del suo centro storico e dei panorami che regala. Nel 2016 è arrivata anche l’ammissione al ristretto club dei borghi più belli d’Italia.

Il centro storico sospeso tra terra e cielo domina la valle

Il paese si sviluppa in piena Ciociaria su un bassopiano circondato da colline al centro della valle del Sacco ed è composto da due parti. La parte più moderna, di natura più commerciale ed economica, si trova in pianura, mentre il centro storico si trova su un’altura. Da qui, nelle giornate in cui il cielo è sereno, è possibile ammirare un panorama spettacolare e quasi sconfinato, e sembra di essere sospesi tra la terra ed il cielo.

lazio-il-borgo-di-castro-dei-volsci
Lazio, il borgo di Castro dei Volsci. Fonte: Instagram

Passeggiare tra i vicoli e le scalinate del borgo è un po’ come fare un tuffo nel passato. Il borgo è stato menzionato anche nell’Eneide, e lungo le vie del paese è stata applicata una targa che ne riporta il testo. Molto importante anche il monumento alla Mamma Ciociara, dedicato a tutte le donne che nel corso della seconda guerra mondiale sacrificarono la loro vita pur di difendere il loro onore e quello delle loro figlie.

Leggi anche: Liguria, il borgo marinaro sulla riviera spezzina: da fare invidia alle Cinque Terre

Lascia un commento