Elefante perde una zampa e il padrone inserisce una protesi: la reazione dell'animale commuove i social

Elefante per una zampa in Thailandia e il padrone inserisce una protesi. La reazione dell'animale è davvero incredibile e non smette di commuovere il mondo dei social. Ora l'elefante cammina e sembra soddisfatto del risultato. I dettagli nel video.

L'universo social a volte regala storie davvero uniche. L'ultima, in ordine di tempo, arriva direttamente dall'Asia. Siamo in Thailandia, dove un elefante ha ricevuto delle cure inusuali che gli hanno permesso di tornare a muoversi in totale autonomia. Ecco cosa è accaduto all'animale. Il lieto fine e la speranza che cure simili coinvolgano sempre più animali.

Elefante perde una zampa e il padrone inserisce una protesi: la reazione

Il protagonista della nostra avventura è Mosha, un elefante amputato al primo ospedale per elefanti al mondo, la Fondazione Amici della Asian Elephant in Thailandia. Struttura fatta su misura proprio dei nostri amici con la proboscide. Mosha era soltanto un cucciolo quando è approdato nella struttura. Ha perso la zampa anteriore a causa di una mina antiuomo, al confine tra la Thailandia e il Myanmar. L'elefante ha cercato di compensare l'assenza dell'arto sollevando il tronco e appoggiandosi ad altre strutture per sostenersi: era ovvio che ciò sarebbe diventato sempre più difficile man mano che cresceva.

elefante mette una protesi la reazione
Un elefante mette la protesi: una reazione che commuove i social. Fonte: Instagram

Per permettere all'animale di vivere una vita normale si è provato l'impossibile. Così, grazie all'assistenza di un chirurgo, il team della Fondazione ha deciso di progettare e costruire una protesi su misura per Mosha, con la prima versione di questa gamba artificiale di 15 kg prodotta a partire da una combinazione di plastica, segatura e metallo.

Da allora, Mosha ha ricevuto diversi tipi di protesi. Il design si è migliorato con il tempo, per sostenere le esigenze man mano che cresceva. Oggi la protesi è più sofisticata della prima, ed è costituita da uno stampo individuale, utilizzando termoplastica, acciaio ed elastomero.

Animali longevi

Gli elefanti sono animali estremamente longevi, che in natura possono avere un'aspettativa di vita attorno ai 40 anni. Quando si è cercata una soluzione al problema di Mosha, si è valutato anche questo fattore. Gli elefanti asiatici possono vivere a lungo e Mosha era soltanto un cucciolo quando raggiunse l'ospedale. Inoltre, in Thailandia è particolarmente seguito il buddhismo e la pratica dell'eutanasia non sarebbe stata contemplata o preferita. Insomma, una storia davvero unica che ha commosso tutti.

LEGGI ANCHE>>>Treno cancellato, avvocato svela qual è il rimborso in euro per ogni passeggero: "Sono compresi cibi e bevande"

Lascia un commento