Fa la spesa al supermercato di Amsterdam, prezzi inaspettati per pasta e olio d'oliva: "Ecco cosa ho trovato"

La spesa al supermercato di Amsterdam ha prezzi inaspettati, il costo di pasta e olio d'oliva: cosa abbiamo scoperto.

Fare la spesa costa ogni giorno di più. Lo sanno bene i consumatori italiani, costretti a spendere cifre sempre più alte anche per beni di primissima necessità. Ma quanto costa in un supermercato di Amsterdam?

Spesa in un supermercato di Amsterdam: i prezzi di pasta e olio d'oliva

Siamo entrati in uno dei supermercati più famosi di Amsterdam, più precisamente nel reparto dedicato alla pasta, ovvero l'alimento preferito da moltissimi italiani. Sugli scaffali troviamo ovviamente varie marche del nostro Paese, ma quanto costa una confezione? I prezzi della pasta ad Amsterdam variano dalla più cara (2,75 euro) alla meno cara (2.19 euro). Se invece scegliamo una confezione di pasta marchiata dal supermercato il prezzo scende fino a 1,85 euro.

E quanto ci costa acquistare del buon sugo con cui condire la nostra pasta? Rispetto ad un supermercato italiano, ad Amsterdam troviamo meno possibilità di scelta ed i prezzi sono leggermente più alti, quasi sempre superiori ai 2 euro a bottiglia. Lo stesso, più o meno, vale per una bottiglia di olio d'oliva. Il prezzo, come sempre, varia in base al marchio che scegliamo ed alla qualità del prodotto che vogliamo acquistare: si va dai 9,67 euro a meno di cinque euro a bottiglia. Un prezzo praticamente dimezzato e in linea con quelli italiani.

quanto-costa-la-posta-ad-amsterdam
Quanto costa la pasta ad Amsterdam?

I prezzi di pasta e olio d'oliva in Italia

Il prezzo della pasta, come detto, è purtroppo cresciuto a dismisura anche in Italia. Si calcola che rispetto al 2021 sia aumentato del 32%. A giugno 2023 la pasta infatti costava in media 1,69 euro al chilo. A giugno 2022, il suo prezzo medio era di 1,59 euro al chilo mentre nello stesso mese del 2021 il prezzo era di appena 1,.28 euro al chilo.

Il picco massimo del prezzo della pasta è stato toccato ad aprile 2023 quando un chilo costava in media 1,76 euro. Ma perché la pasta costa sempre di più? Il costo del grano è cresciuto sensibilmente. A causare l’impennata dal 2021 è stato soprattutto il cattivo raccolto del Canada, ovvero il primo produttore al mondo di frumento duro. Un problema causato da motivi climatici ma anche dalla pandemia Covid.

Per quanto riguarda l'olio d'oliva, invece, a fine 2023 il prezzo aveva subito un rincaro pari addirittura al 56%. A ottobre 2023 un litro di olio extravergine di oliva in media veniva venduto in un punto vendita della grande distribuzione 8,01 euro, mentre a gennaio dello stesso anno costava 5,62 euro. Nell'ottobre 2022 il prezzo medio era di 5,14 euro, un anno prima invece potevamo acquistare un litro di olio a soli 4,31 euro. Come sempre in questi casi, per risparmiare qualcosa è buona regola fare la nostra spesa in un discount e scegliere i prodotti col marchio del supermercato.

LEGGI ANCHE - "Posso spendere solo 60 euro": cosa compri al supermercato italiano con questa cifra

Lascia un commento